UN MOVIMENTO PARTECIPATO E APERTO AI GIOVANI

La Sesta tesi che proponiamo come argomento di pensiero per l’assemblea del MoVI recita: ” Un movimento partecipato e aperto ai giovani”. Un Movimento che sia partecipato e sempre in grado di percorrere strade nuove per camminare assieme, grandi e piccoli, interventi e forme aggregative differenti,Italiani ed Europei.Esperienze e competenze giovani ed anziane. Perché abbiamo bisogno di organismi efficienti capaci di essere sussidiari ai livelli inferiori senza sostituirsi ad essi, ma spesso serve anche una funzione di stimolo e “animazione” che sollecita il contributo ditutti, che “rianima” il movimento. Dobbiamo cercare di facilitare il coinvolgimento e la partecipazione del mondo giovanile al volontariato in una logica educativa di convivenza intergenerazionale.
Domande e spunti per il confronto: Come trovare il difficile equilibrio tra “delega” e “partecipazione”?
Funziona oggi? Basta questo per avere una base propositiva e attiva negli organismi del movimento? O le
ODV aderiscono e partecipano più facilmente se la rete fornisce anche aiuti e servizi concreti?
Le storie dei nostri volontari senior ispirano o allontanano i giovani?
Come gestire il passaggio generazionale in termini di contenuti e valori?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *