Ancora poca fiducia nel bere acqua di rubinetto

Acqua del rubinetto vs acqua in bottiglia. Una questione cruciale dei nostri tempi, con risvolti ambientali notevoli, che possono spostare significativamente l’ago della bilancia della produ-zione di rifiuti in plastica.Secondo i dati Censis 2019, più del 90% degli italiani beve solo acqua in bottiglia. L’Italia è al primo posto in Europa e secondo nel mondo per consumo di acqua in bottiglia (206 litri pro-capite/anno). In Italia si producono circa 100 kg di plastica a testa ogni anno. Di questi, circa 35 kg sono “rifiuti da confezionamento” che, secondo le leggi vigenti, si possono differenziare e riciclare. Il resto non si rici-cla e finisce accumulato o disperso nell’ambiente. La Direttiva proposta dalla Commissione europea a maggio 2018 punta a ridurre l’inquina-mento da plastica entro il 2030, obbligando tutti gli Stati membri a ridurre il consumo e la produzione delle bottiglie di plastica del 90% entro il 2025.Il problema di fondo è però che le famiglie che non si fidano a bere l’acqua di rubinetto rap-presentano ancora una quota considerevole, nono-stante il grado di fiducia mostri un miglioramento progressivo ma altalenante. Di fondo oltre alle preferenze di gusto degli italiani c’è quel sentimento di sfiducia verso la pubblica amministrazione e la gestione delle acque pubbliche che fa temere che non vi siano sufficienti e pertinenti controlli a stabilire la salubrità e la sicurezza.Molte persone evitano di bere l’acqua del rubinetto perché temono che sia sporca, inquinata e addirittura nociva per la salute. Preferiscono così l’acqua in bottiglia inconsapevoli che il rischio è lo stesso se hanno timori per la propria salute. Il concetto fondamentale da capire è che l’acqua deve per legge essere principalmente garantita potabile. La scelta di bere acqua potabile che esca dal rubinetto o che sia in bottiglia non deve quindi basarsi sulla maggior qualità e sicurezza dell’una o dell’altra: per principio tali proprietà sono garantite in entrambi i casi. Si può capire che una persona viaggiando in auto per ore preferisca l’acqua in bottiglia per comodità ma, se si guarda alla potabilità dell’acqua, quella bottiglia potrebbe tranquillamente essere stata riempita con acqua del rubinetto!

Teresa Cuttini

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.