Il 2021 visto con gli occhi di Serena e Desireè

Quali sono state le cose belle di questo 2021?
Questa domanda mi disorienta. Mi sembra di rivivere una scena dei film western, dove ci sei tu, il deserto e la salsola che rotola davanti a me. Un grandissimo vuoto, o meglio, di cose belle nella mia vita ce ne sono state quest’anno, ma pensando un po’ più in generale…beh non c’è quasi niente.
Il mondo va a rotoli e tutti lo sappiamo, tutti lo vediamo con i nostri occhi ogni giorno, eppure non facciamo molto per rimediare. Pensiamo a quanto sia bello vivere su altri pianeti, tanto che pensiamo già ad un futuro su Marte. Ridicolo davvero, se pensiamo che stiamo rovinando la Terra…forse il nostro piano per il futuro è quello di rovinare tutti i pianeti? Chi lo sa.
Eppure io spero sempre che il futuro porti tanta intelligenza e consapevolezza nelle persone, perché dopo questi 2 anni, ho paura che la gente non usi più la testa.
Siamo vicini al Natale e siamo tutti più buoni, teoricamente.
Siamo nel periodo che odio di più. La magia di questo periodo non è più la stessa, quando si è piccoli si vive tutto in modo diverso.
Ormai sono grande, non aspetto più con ansia Babbo Natale, ma l’ansia me la porto dietro dal 1 Dicembre.
L’ansia di un nuovo inizio ed un’altra fine. Questo periodo dell’anno mi mette molto a disagio, vedere tutti questi alberi di Natale, ghirlande, palline, renne e decorazioni varie…mi sento un po’ come il Grinch della situazione. Gente che corre a prendere regali su regali, che mi trovo obbligata a fare anche io, perché insomma inevitabilmente, se non li fai, ti guardano male. Chi oserebbe presentarsi a mani vuote a casa di qualcuno che minimo minimo ti ha fatto due “pensierini”?
E così anche io sono alle prese con i “pensierini”, che molto spesso sono davvero piccoli pensierini, che mi sono costati poco.
Non farò una bella figura a dire quello che sto per dire, ma ormai da un paio di anni, solo per chi fa parte della mia famiglia merita un vero e proprio regalo, anche costoso se ho l’opportunità.
Gli amici, che vanno, vengono, tornano…beh quelli un semplice pensierino basta e avanza. E pensare che per molti anni ho scritto lettere su lettere, parole su parole, per ogni singolo amico e parente. Ora ho finito le parole, non so più cosa scrivere. Mi limito ad un piccolo foglietto con scritto “Buon Natale”, tanto per farvi capire quanto il mio spirito natalizio sia proprio sparito.
Poi arriva l’ultimo dell’anno, tutti festeggiano un nuovo inizio. Nessuno sa come andrà il nuovo anno, e come abbiamo visto, nemmeno chi sa leggere le stelle e gli astri lo sa.
Ed è proprio per questo che non amo questo mese. Troppa ansia per il nuovo anno, per il buio a cui andiamo incontro. Mi fa paura non sapere come andranno le cose, cosa mi aspetta sulla porta.
Non so cosa aspettarmi da questo 2022, forse è meglio non aspettarsi niente visto come sono andati gli ultimi 2 anni.
Eppure spero davvero che questo nuovo anno mi porti tante cose belle nella vita.
Spero di riuscire a realizzare tutti i miei sogni, spero di riuscire a compiere quei piccoli passi che mi permetteranno di costruire il mio futuro.
Insomma spero che questo sia il mio anno, ormai dovevano esserlo anche i due precedenti, ma non è mai andata troppo bene.
Anche se la speranza è l’ultima a morire ma la prima a deludere, io continuerò a sperare.
E voi invece, cosa vi aspettate da questo 2022?

Serena

2021, è stato un anno così caotico.. ci ha messo davanti a nuove sfide, per questo mi piace definirlo l’anno della forza. Il 2021 ci ha fatto piangere, ridere, sperare e soprattutto ci ha fatto capire quanto noi ne sappiamo uscire sempre piano piano. Era il 31 dicembre del 2020 mancava solo 1 minuto alla mezzanotte, in quel minuto alcuni sospirarono sperando che dopo quel minuto l’incubo sarebbe finito; altri, i più pessimisti, nemmeno ci speravano più il 2021 sarebbe stato semplicemente un anno in più, e altri ancora rinchiusi in casa con la propria famiglia si godevano il momento senza pensare a cosa si sarebbe andato in contro… dopo 12 mesi, ve lo dico io a cosa siamo andati incontro..siamo andati in contro alla lotta dei propri diritti, della propria libertà e anche della propria vita, ebbene si per la prima volta nella storia è stato possibile anche essere liberi sulla scelta della propria vita. Il 23 novembre è stato accettata la prima eutanasia legale in Italia. Un vero passo per la storia! In questo anno si è cercato di rimediare tanto agli errori di quel terribile 2020 che oltre ad averci messo in ginocchio sul tema sanitario, scolastico l’ha fatto anche sul tema sociale e soprattutto sulla salute fisica e psichica.
Sapete, all’inizio ho definito il 2021 l’anno della forza non perchè sia stato bello, anzi tutt’altro ma ci ha insegnato che noi possiamo farcela. Abbiamo superato anni così difficili, come possiamo dire di non riuscire a fare le cose più basilari?
Per me il 2021 è stato l’anno delle scelte, delle indecisioni, delle paure, delle ansie. Mi sono trovata più volte davanti a ostacoli maggiori di me, non sapevo come uscirne e tanto meno con chi. Il 2020 mi ha portato a perdere tante persone care. E quindi posso dire che il 2021 l’ho vissuto su di me, con me come non avevo mai fatto prima. Ho vissuto pensando a me, a realizzarmi, a riconoscermi e a capire cosa davvero volevo. Penso che queste cose non le abbia fatte solo io, ma tante persone che come me, si sono trovate con il caos in testa ma la voglia di riuscirci, perchè si, si sà, noi italiani siamo così. Ci possiamo trovare nella situazione più difficile possibile, ma ce la mettiamo tutta pur di riuscirci, crediamo tanto nella frase “il fine giustificano i mezzi”.
E voi? Come avete passato il vostro 2021?
Desireè

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.