Minori violati

La violenza è una cosa che nessuno dovrebbe provare o vedere ne tanto meno gli occhi di giovani innocenti senza colpa. Nella nostra società è un grande problema irrisolto e tante, troppe, volte ignorato. La società di oggi è presa da i suoi mille problemi, dai suoi ritmi frenetici e ha tralasciato o forse non ha voluto vedere cose che lasciano segni e ferite non solo nel corpo ma anche nell’anima. Non abbiamo ancora imparato a rispettare i nostri simili, che se pur piccoli e innocenti hanno dei diritti come tutti. Una delle più grandi violenze che oggi come oggi si sta sempre di più affermando è la pedofilia, in una parola così breve si riassumono tanti orrori che i bambini devono sopportare ogni giorno dagli adulti che il più delle volte sono loro parenti stretti, vicini, amici, persone quindi insospettabili che si celano dietro una maschera crudele e che li porta ad approfittare di giovani e indifese vittime e della loro fiducia. Bisogna abbandonare quindi l’idea che ad abusare dei minori siano degli sconosciuti grandi e grossi che incutono paura. Ormai, infatti, la stragrande maggioranza dagli abusi sono perpetrati da genitori e parenti più prossimi. Per violenza minorile non si può però solamente pensare alla pedofilia perché purtroppo questo, anche se grave, è uno dei tanti abusi che vi sono nel mondo, infatti è anche violenza il far lavorare bambini di cinque anni in fabbriche per ore ed ore senza pause e per giunta picchiandoli per banali errori o minacciandoli di morte per non fargli raccontare le atrocità che si compiono tra quelle poche mura. Se pensiamo che il lavoro minorile sia un problema che riguarda sopra tutto i Paesi più arretrati ci sbagliamo perché in primo luogo anche se in forma minore questo problema è presente anche nella società più sviluppata ed è proprio quest’ultima a incrementarla. E’ violenza malmenare i figli, a volte fino alla morte, per sfogarsi o perché non si è in grado di capire quello che si sta facendo. per quanto riguarda le molestie il problema è presente in tutto il mondo, quando si dice molestie non si vuole parlare però di qualche ceffone dato ad un ragazzo non troppo ubbidiente ma un insieme di ripetute e forti botte, che possono arrivare anche a gravi ferite fisiche. Oltre però alle ferite fisiche queste atrocità possono lasciare segni ben più gravi, che sono quelle che lasciano nelle menti dei ragazzi. Per porre rimedio a queste piaga della società, in alcune nazioni si stanno approvando delle leggi che proibiscono il turismo sessuale e la pornografia infantile. È da ingenui però pensare che tutto questo basti per offrire ai bambini una protezione completa perché sono state emanate tante leggi ma il problema persista tuttora. Cosa si può fare allora? Un ruolo importante nella protezione dei piccoli lo hanno i genitori stessi. I figli infatti hanno bisogno dei loro genitori del loro amore del loro affetto. Inoltre si dovrebbe insegnare loro come reagire se sono avvicinati da qualcuno che vuole approfittare di loro. Poi i genitori dovrebbero sempre sapere dove e con chi sono i loro figli Bisogna insegnargli a riconoscere la violenza e non accettarla.

Meneghetti Marta Classe Quarta A

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.