A GENOVA SI E’ CHIUSO L’ANNO DEL VOLONTARIATO

Movità 2- 2012  del 27 gennaio

Con la conferenza “Volontari cittadini europei” si è chiuso domenica scorsa a Genova l’Anno Europeo del Volontariato. L’iniziativa è stata organizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in collaborazione con l’ Osservatorio Nazionale per il Volontariato, il Comune di Genova, CSVnet – Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato e Celivo, il CSV della provincia di Genova.

Al centro del dibattito, il bisogno di proseguire il percorso tracciato dall’Anno Europeo individuando nuove opportunità per esprimere il contributo originale che il volontariato italiano può dare alle politiche sociali europee.

Un evento davvero istituzionale, molti rappresentanti, pochi volontari.

I lavori sono stati conclusi dal sottosegretario di Stato, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maria Cecilia Guerra. «Non possiamo nascondere le difficoltà in cui ci troviamo», ha spiegato il sottosegretario, «in questo momento l’attenzione è concentrata sulla dimensione economica del nostro Paese ed in quest’ottica le politiche sociali risentono di eventuali contrazioni in termini di risorse e strutture. Nonostante questo lo Stato non può esimersi dal garantire e presidiare i diritti di cittadinanza, (salute istruzione, assistenza, abitazione). Rispetto a questo il volontariato può essere protagonista di un rapporto sinergico – non sostitutivo- con le Istituzioni dando il proprio contributo alla costruzione di reti e alla diffusione dei valori della cittadinanza attiva».

La redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.