Da Venezia: cittadinanza attiva e radicamento sul territorio

Movità 17-2011 del 9 giugno

Dopo la stimolante relazione introduttiva del prof . Arena e l’ampio dibattito, il gruppo ha concordato una serie di proposte per un
“programma di lavoro” per l’anno 2011. Eccone alcune:

  • raccomandazioni a livello nazionale ed europeo – per la effettiva attuazione dell’art 11 del trattato di Lisbona quale supporto e sostegno all’esercizio della cittadinanza attiva
  • riforma condivisa del libro I del codice civile per superare la tradizionale impostazione bipolare nei rapporti fra istituzioni e cittadini
  • individuazione di nuove modalità di esercizio della democrazia partecipativa, non soltanto da parte dei cittadini ma anche da parte delle organizzazioni a livello locale e nazionale
  • percorsi formativi congiunti che coinvolgano operatori della pubblica amministrazione e del volontariato per promuovere l’esercizio consapevole della cittadinanza attiva, la cura condivisa dei beni comuni e la democrazia partecipativa
  • valorizzazione delle esperienze e delle competenze del volontariato nella affermazione della cittadinanza promuovendo l’acquisizione della cittadinanza italiana da parte delle seconde generazioni e degli stranieri regolarmente presenti sul nostro territorio

(dalla sintesi del gruppo di lavoro “” alla conferenza internazionale di apertura dell’anno Europeo del Volontariato: scarica il testo completo)

 

La redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.