La solidarietà è reato? Le nuove profezie del volontariato

«Il volontariato, i suoi saperi, le sue pratiche molteplici diventano politica, quando la libertà dell’immaginare progettualità si coniuga con la caparbietà di sperimentarle nel territorio»: lo disse Luciano Tavazza, colui che tra l’altro fondò il MoVI (Movimento del Volontariato Italiano), e partirà da questo suo assunto l’importante convegno nazionale promosso dal 29 aprile al 1° maggio a Roma, dall’Associazione a lui intitolata. Titolo dell’evento: “La solidarietà è reato? Le nuove profezie del volontariato”, tre giornate di studio, riflessioni, confronto e progettualità condivise.Titolo del convegno di Roma del 29 aprile-1° maggio 2019«Il volontariato, i suoi saperi, le sue pratiche molteplici diventano politica, quando la libertà dell’immaginare progettualità si coniuga con la caparbietà di sperimentarle nel territorio»: lo disse Luciano Tavazza, colui che tra l’altro fondò, nel 1978, il MoVI (Movimento del Volontariato Italiano), organizzazione aderente benemerita alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e partirà da questo suo assunto l’importante convegno nazionale promosso dal 29 aprile al 1° maggio a Roma (Hotel Divino Amore), dall’Associazione a lui intitolata.
Titolo provocatorio dell’evento: La solidarietà è reato? Le nuove profezie del volontariato, tre giornate di studio, riflessioni, confronto e progettualità condivise, durante le quali si confronteranno su vari temi di grande attualità numerosi autorevoli relatori impegnati in questo settore.
Parlano da sé i titoli scelti per alcune sessioni, nel delineare i tratti dell’iniziativa: L’eclissi della solidarietà, l’affievolimento dei legami, la frammentazione sociale; Vision, valori e progettualità dei padri costituenti il volontariato politico; Il volontariato sociale nella realtà attuale: rischi e sfide; Il volontariato per una rivoluzione civile. Quali alleanze?; Il volontariato è ancora capace di confrontarsi con la politica? Paradigma e prassi per costituire un’Europa federale ed un Mediterraneo di pace. (S.B.)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.