Ricomincia la scuola

AUGURI DI CUORE BAMBINI!!!

“Di cuore auguro ad ogni bambino un maestro verso il quale possa sentire una profonda venerazione. E ad ogni bambino auguro di ricevere un’educazione che fa diventare veri uomini, un’educazione che permette a tutto ciò che c’è in ognuno di bello e di buono di sbocciare come un fiore all’aria aperta.”(R.Steiner)
Fra poco ricomincia la scuola per tanti bimbi, ripenso alla lettera di un genitore letta lo scorso anno sul blog della mia amica Rossella : è la lettera che un padre scrive alla maestra di sua figlia di prima elementare nel giorno di ingresso a scuola. Vi è un passo in cui il papà dice “Contiamo tutti su di te. Tutti noi che abbiamo lasciato con te questa mattina i nostri figli e i nostri sogni. Quando prendi per mano i nostri bambini, cammina un po’ più dritta e un po’ più orgogliosa. Essere una maestra comporta una terribile responsabilità.”
Ripenso ai miei insegnanti, a quelli che mi hanno influenzata maggiormente…. in pratica tutti… perché mi hanno insegnato come deve o non deve essere un insegnante: penso a  quelli che non hanno capito la mia sensibilità, il vissuto emotivo di me bimba, gli insegnanti o supplenti che mi punivano se non comprendevo qualcosa quando non avevo il coraggio di far sentire la mia voce per chiedere aiuto. Da loro ho capito come non deve essere un insegnante. Gli altri (pochissimi -quelli che parlavano guardandomi negli occhi e hanno visto più di quanto io riuscissi a vedere in me) li ho incontrati in tutti i gradi scolastici, dalle scuole elementari all’università e li porto sempre nel cuore. Ed è così che vorrei diventare, con l’aiuto dei bimbi. Ripenso alla grande decisione che ho preso anni fa quando ho deciso di lasciare il mio lavoro come responsabile della qualità  in una multinazionale (dove avevo il mio ufficio e tutti i vantaggi di un lavoro manageriale compreso uno stipendio superiore alla media) per tornare ad insegnare! Ricordo i pensieri di allora: io che mi occupavo di qualità di prodotti, non riuscivo a non pensare alla qualità della vita, dell’educazione, alla grande responsabilità dell’insegnamento. “Essere una maestra comporta una grande responsabilità”, lo riconosco e sebbene abbia accettato questa responsabilità, non è una scelta fatta una volta per tutte, ma è un “SI” che ripeto ogni giorno quando arrivo a scuola. Eppure, in cuore mio sento che ho ancora tanto da imparare e sicuramente ne avrò per tutta la vita. E’ per questo che ho scelto di  stare con i bimbi: imparo da loro più di quanto io non riesca ad insegnare. Sono loro che mi “educano” alla vita, che riescono a tirare fuori la parte migliore di me.
dal blog di Tina Festa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.