Assemblea Regionale delle OdV.. Obbligo o verità?

Sabato 10 giugno, Auditorium della Regione nel centro di Udine. La mia “prima volta” ad un’Assemblea Regionale di volontari.

Alle 9.30 in punto ecco che già si forma un gruppetto di volontari davanti all’entrata dell’auditorium che ospiterà la “XVII Assemblea regionale delle Organizzazioni di Volontariato della regione Friuli Venezia Giulia”. Un appuntamento che coincide lo scadere del mandato per il Comitato Regionale eletto nel 2014, e del Co.Ge (Comitato di gestione) con l’obbiettivo di raccogliere e definire le prospettive, le idee e gli obbiettivi per il prossimo triennio.

Dopo l’introduzione di Gianni Torrenti (Assessore regionale alla cultura, sport e solidarietà) la portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, Claudia Fiaschi, ha preso la parola, parlando dei 17 biettivi di sostenibilità da raggiungere entro il 2030 che l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha creato e promosso come obiettivi globali di sviluppo sostenibile, e che anche il Forum sente propri su temi come la sostenibilità ambientale,  un nuovo welfare, la promozione di un modello di sviluppo economico inclusivo e sostenibile e la formazione all’impegno civile e sociale delle nuove generazioni. Sfide che si muovono sul profilo dei grandi cambiamenti sociali, ed in questo ho percepito la volontà di innovazione ed evoluzione necessari per un futuro più equo. Altro punto di riflessione espresso dalla Feschi, che condivido, è l’impegno a costruire visioni condivise nel tempo della frammentazione e delle spinte centrifughe, in maniera che non ci sia “il bene contro il bene” ma, specialmente nel terzo settore, si collabori tutti ad un disegno comune.

Il clima che si respirava nell’auditorium invece è stato a tratti pesante, focalizzato sul voto alle nuove nomine ed a conferma di ciò, il numero di partecipanti attivi nei 5 gruppi di lavoro, è stato all’incirca la metà dei presenti effettivi.

Altra cosa che mi è sembrata limitare il confronto nei gruppi costruiti per ragionare sul ruolo del volontariato sono stati i tempi esigui dovuti al fitto programma di interventi.

In conclusione l’assemblea è stata davvero interessante, peccato la sensazione quasi di obbligo di alcuni volontari nel presenziare.

Lisa (una volontaria del Servizio Civile)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.