DALL’ASSEMBLEA DEL CSV ALL’ASSEMBLEA REGIONALE: UN DIBATTITO CHE CONTINUA

Movità 40-2008 del 26 novembre

Sabato prossimo, siamo convocati per l’appuntamento dell’annuale Assemblea Regionale degli iscritti all’Albo Regionale delle associazioni di Volontariato.
L’assemblea, con la quale la Regione chiama i volontari per un confronto, è la prima dopo il cambio di guardia al governo regionale, dopo l’importante percorso dell’anno scorso con il quale il mondo del  volontariato ha prodotto delle linee programmatiche per il volontariato da sviluppare nei prossimi anni. Con queste linee si conferma la centralità della gratuità come elemento che caratterizza il volontariato tra le altre realtà del privato sociale. Si auspica un concreto impegno tra noi volontari per collegarsi e coordinarsi ed essere presenti sul territorio e nel rapporto con le istituzioni in maniera matura e propositiva, con una proposta culturale forte e chiara,  superando una certa frammentazione e il rischio della corsa al contributo. Si richiede l’avvio della riscrittura della legge Regionale sul Volontariato. Il volontariato si aspetta quindi dalla assemblea di sabato che sia un momento di programmazione e confronto con la nuova giunta per comprendere insieme come dare seguito al percorso iniziato.
L’appuntamento segue di soli otto giorni l’assemblea del Centro Servizi per il Volontariato. Venerdì 21 sono stati chiamati i 540 soci a discutere ed approvare il programma e il bilancio per il 2009 e  nuovi regolamenti. Sorprendente la bassissima partecipazione: erano presenti infatti soltanto una cinquantina di rappresentanti. Tra gli altri interventi il MoVI regionale ha presentato un documento in cui esprime alcune forti sollecitazioni agli altri volontari per affrontare una “debolezza sulla quale è necessario riflettere e cercare soluzioni condivise” anche per affrontare alcuni nodi che si stanno evidenziando nella gestione del Centro Servizi. Prosegue il MoVI nel suo documento, “è necessario attuare alcuni cambiamenti che sono sempre più urgenti e improrogabili, proprio in quest’anno 2009 che vede scadere il mandato affidato dal Comitato di Gestione” per la gestione del Centro Servizi. Il Centro Servizi per il Volontariato è infatti gestito su delega di un Comitato (CoGe) istituito dalla legge nazionale del volontariato, L.266/1991, dove i finanziatori (fondazioni bancarie) siedono insieme ad alcuni rappresentanti dei volontari.
Il dibattito che proseguirà nell’Assemblea Regionale di sabato prossimo, dovrà tenere presente anche questi sviluppi: molti tra i volontari infatti auspicano  un salto di qualità del Centro Servizi perché diventi sempre più uno strumento di supporto al volontariato, capace di progettualità condivise e chiare per la sua crescita e il suo sviluppo.
Questa riflessione diventa ancor più importante nel momento in cui la regione ha fatto sapere di voler variare l’articolo di legge che definisce i contributi per il sostegno al volontariato indipendentemente dalla riforma complessiva della legge regionale sul volontariato: i volontari sono preoccupati per un intervento che prescinde da una visione complessiva. Il volontariato ha già chiesto e proposto alla regione, sia in questa che nella scorsa legislatura, che si insedi un gruppo di lavoro e si avvii un percorso partecipato per l’elaborazione di una nuova legge che sia capace di una visione ampia e di prospettiva e non si limiti a gestire contributi più o meno a pioggia o finalizzati a logiche politiche non condivise.
Se quella di sabato è un’assemblea di confronto sulle linee generali dove si getteranno le basi per il lavoro del prossimo quinquennio, nell’assemblea del 2009, che si terrà a tarda primavera, il volontariato sarà chiamato a rinnovare parte delle sue rappresentanze e a confrontarsi, si auspicano in molti, sulla nuova bozza di legge regionale sul volontariato.
Ci auguriamo davvero che non si parli solo di soldi e contributi ma anche di idee, di sogni e di progetti per crescere insieme e dare il nostro contributo per l’interesse generale.

La redazione di Info-MoVI


Scarica il testo delle linee programmatiche approvate lo scorso anno
Scarica la lettera del MoVI-FVG all’assemblea del CSV

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.