IL VOLONTARIATO DEI PROSSIMI ANNI IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Movità 22-2010 del 16 giugno

Questo il titolo della decima assemblea delle Organizzazioni di Volontariato che si terrà a Trieste sabato prossimo, dalle ore 9.30 alle 13.
L’assemblea si celebra annualmente, come prevede la legge regionale numero 12 del 1995, convocata dall’Assessore con delega al Volontariato Roberto Molinaro, con il compito di:

  • eleggere i componenti di propria spettanza nel Comitato regionale del volontariato e nel Comitato di gestione del centro Servizi;
  • esaminare l’andamento delle attività di volontariato in ambito regionale e l’applicazione della presente normativa;
  • valutare ogni altra questione concernente lo sviluppo del volontariato e la programmazione regionale nei settori di intervento volontario.

Sono convocate le oltre 1100 associazioni di volontariato iscritte all’albo regionale. All’ordine del giorno un confronto sul futuro del volontariato nella nostra regione: l’assemblea si apre con le tre relazioni dell’assessore e dei presidenti del Comitato di gestione del Centro Servizi e del direttivo dell’ente gestore del Centro Servizi stesso. Seguirà la presentazione dei candidati al comitato regionale e quindi il dibattito tra i convenuti. Infine le elezioni dei rappresentanti del volontariato nel Comitato regionale.
Le questioni sul tappeto sono molte: si parlerà della riforma della legge regionale, sulla quale ha lavorato il comitato uscente e per la quale ci aspettiamo che l’assessore chiarisca i tempi e le modalità partecipative con le quali potremo dire la nostra. Si parlerà del futuro del Centro Servizi, con la riduzione delle risorse disponibili a causa della crisi e la necessità di ridefinire la l’assetto associativo stretto tra un ruolo improprio delle Province attualmente socie di un’associazione che invece dovrebbe essere gestita dai volontari e un eccessivo numero di soci dell’ente gestore che ne rende difficile la governance. Tutto questo nel momento in cui è in scadenza, a dicembre, il mandato all’attuale ente gestore.
Si parlerà inoltre del peso della crisi che sta creando difficoltà crescenti tra le fasce più fragili della popolazione, con le quali come volontari siamo in stretto contatto e insieme alle quali siamo impegnati per costruire una società più giusta e solidale.

Ai neo eletti vengono affidate le linee programmatiche affidate le linee programmatiche presentate negli incontri provinciali preparatori e approvate anche nell’assemblea del CSV.

La redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.