Libertà è partecipazione

Come canta Giorgio Gaber ‘libertà è partecipazione’ così mi sono sentita parte attiva del futuro di tutti noi all’evento del 4 Luglio presso l’Hospitale di Majano.
A vent’anni vieni considerata ormai adulta, ma fino ad allora non me lo ero mai sentita così tanto. Quel giorno è stato diverso però. Ho potuto osservare la prospettiva di un adulto nella sua visione del mondo dei ragazzi. Infatti il progetto in discussione era Prodigi che prevede percorsi di promozione alla partecipazione e all’inclusione scolastica dei ragazzi. Ho avuto modo di capire le logiche di chi fino ad un anno fa io consideravo l’avversario essendo stata studentessa fino al 2021. Ho potuto confrontare le mie idee ed esperienze scolastiche con un gruppo di esperti seri e motivati nel loro operato. Da quando ho iniziato il servizio difatti ho avuto il piacere di conoscere persone con tanta luce, energia e positività nell’animo. Esse mi hanno sempre aiutata e seguita in questo meraviglioso percorso.
In questo primo mese ho potuto conoscere tante realtà di volontariato che hanno saputo darmi tanta gioia e gratitudine.
Il progetto Ortoborto insegna ad avere cura e rispetto verso il nostro pianeta e perciò verso anche noi stessi. Dedicare tempo alla causa principale della nostra vita è una forma di rispetto verso il nostro futuro.
Accompagnare al mercato gli anziani e tenere loro compagnia mi ha fatto riflettere sul fragile rapporto tra nonni e nipoti che talvolta è amore incondizionato, altre volte più turbolento. Io ho la ricchezza di avere uno splendido rapporto con i miei nonni siccome so che farebbero qualunque cosa pur di vedermi felice ed anch’io cerco di esserci sempre per loro.
In Caritas sono riuscita a cogliere alcune sfaccettature della parola dignità ovvero che ogni uno di noi merita lo stesso valore, a prescindere da ciò che dispone.
Sentirsi coinvolti non soltanto dai propri obbiettivi, ma dedicare anche uno spazio nel proprio cuore per chi ha bisogno di aiuto sta facendo crescere in me la consapevolezza su quanto il volontariato meriti maggiore rilevanza. Trasformare le problematiche di qualcuno che non può vivere l’ordinario in maniera serena in problematiche di chi invece non ne ha sarà per me la strada verso un mondo più equo e giusto.
Prima vivevo la vita satura nei miei problemi e nelle insicurezze, ma ora dedicando alcune ore delle mie giornate agli altri ho la sensazione di viverla con maggiore interezza sebbene per me sempre complessa e misteriosa
Babita

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.