SALUTE MENTALE

Movità 21-2009 del 10 giugno

Sembrano in aumento le situazioni di disagio mentale, forse collegate ad una diffusa incertezza e all’aumento della disgregazione sociale. D’altro canto, parlando di categorie “discriminate” per un minor livello di protezione e un reale rischio di esclusione, il disagio mentale è senza dubbio ancora un fenomeno che fa paura, che spinge all’isolamento, da tenere nascosto. Come volontari siamo convinti che pensare politiche di inclusione sociale  a partire proprio da chi fa più fatica, con l’obiettivo di restituire alla comunità intera il compito di prendersi carico del problema e di interrogarsi sulle sue cause, sia un’importante opportunità per riscoprire valori fondanti della civile convivenza e della solidarietà e guadagnare tutti in benessere e possibilità di una vita migliore.

(Tratto dal contributo del MoVI-FVG sul Libro Verde per il nuovo piano Socio-assistenziale: scarica il documento)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.