SI INSEDIA IL NUOVO COMITATO REGIONALE DEL VOLONTARIATO

Movità 39-2007 del 28 novembre

Nei prossimi giorni, verrà finalmente convocata la prima seduta di insediamento del nuovo Comitato Regionale del Volontariato: nel fare i migliori auguri ai volontari e ai rappresentanti della Regione che iniziano questo nuovo mandato, approfittiamo per ricordare a loro e a tutti i volontari le importanti sfide che ci aspettano.
Come ricorderete abbiamo eletto i nostri rappresentanti per il Comitato nell’assemblea generale delle Associazioni di Volontariato svoltasi a Gorizia lo scorso 23 giugno.
Il Comitato, istituito dalla Legge Regionale 12/95  ha, sulla carta, importanti funzioni di impulso e proposta sulle materie inerenti direttamente il volontariato e funzioni consultive sulla definizione delle linee di programmazione regionale nei settori in cui il volontariato è impegnato e su molte altre materie. Nei fatti purtroppo questo ruolo è stato riconosciuto in maniera molto parziale.

Nello scorso anno però l’importante percorso di riflessione e confronto che abbiamo realizzato come volontari, ha portato all’elaborazione e all’approvazione in assemblea di un programma per i prossimi anni (scaricalo) che assegna al Comitato Regionale un ruolo importante indipendentemente dal riconoscimento da parte dell’istituzione Regione. Il neo-eletto Comitato Regionale dovrà, in particolare:

* adoperarsi per realizzare il programma approvato in assemblea
* elaborare, parallelamente alla riforma nazionale, una prima bozza di lavoro per la definizione della nuova legge regionale sul volontariato,
* attivare un percorso per costruire e rafforzare il sistema di collegamento e rappresentanza del volontariato in regione diventando sempre più un luogo di sintesi e di     collegamento, capace di elaborazione politica e di lettura di priorità ed emergenze.
* rappresentare il volontariato regionale, forte di questo collegamento, per definire priorità, linee strategiche e orientamenti per il CSV e nelle altre sedi in cui il volontariato è coinvolto e impegnato.

Un compito importate e impegnativo, che sarà realizzabile con il contributo attivo di tutti i volontari della regione (non lasciamoli soli!). Per questo abbiamo bisogno al più presto che il Comitato diventi operativo, per la parte formata dai volontari, anche con autonomia di convocazione e azione rispetto alla Regione.
Abbiamo bisogno di un comitato forte e rappresentativo per accompagnare il cammino del volontariato nei prossimi anni!

Ci permettiamo di dare un’indicazione operativa: al fine di avviare il collegamento su base di ambito e provinciale, il comitato potrebbe definire al suo interno dei referenti incaricati di tenere i rapporti con le diverse aree (uno per provincia). Al vice-presidente (il presidente è l’Assessore), affiancato se necessario da un vice-vice-presidente, il compito di fare da regia e tenere i rapporti con le istituzioni.

Augurandovi di nuovo buon lavoro, ci mettiamo a disposizione se possibile per dare il nostro contributo a questo ambizioso progetto!

La redazione di Info-MoVI

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.